IL CARNEVALE A SERRAVALLE SESIA ...

è la tradizione più antica del paese di Serravalle Sesia, in provincia di Vercelli.

Non ci sono informazioni precise sulla sua origine; le prime notizie risalgono all’anno 1000. Nel volume Vita di San Euseo si narra che il corpo esamine del Santo venne ritrovato dalle maschere della frazione di Bornate mentre si recavano al Carnevale di Serravalle.

Il Carnevale di Serravalle Sesia documentato vede la luce nel 1897 con la maschera del Duca del Fossale, nome che si rifà a un luogo poco illuminato e appartato ove le coppie erano solite passeggiare.

A cavallo fra i due secoli, si tengono sfilate alla presenza di una giuria, con gonfaloni in palio, balli e tipiche fagiolate che le cronache narrano aver raggiunto il ragguardevole numero di venti caldaie.

Nei primi del 1900 si costituisce un Comitato del Carnevale Permanente con la creazione della maschera del Mugiun. Il nome risale all’atto di nascita del borgo, quando, nel 1255, coloro che vivevano all’interno delle mura erano chiamati majores, quindi majorum e poi, con la diffusione del volgare, magiorum. Il termine Mugiun è la versione dialettale.

I colori che lo rappresentano sono il giallo e il verde, dal colore della zucca. Il sucot svuotato della sua polpa e riempito di acqua o vino serviva da borraccia termica ai serravallesi che lavoravano per ore nei terreni agricoli o sulle colline.

I Mugiun I e II sono semplici fantocci, che aprono le sfilate dei carri, cui seguono giochi popolari, fagiolate e balli.

Le guerre coloniali e il regime fascista costringono il Carnevale al silenzio. Riprende vita nel secondo dopoguerra con la maschera del Mugiun III, impersonata da Ferruccio Mazzone, che con il suo carisma e un valente Comitato riesce a elevare il Carnevale di Serravalle a una tra le tre più importanti manifestazioni carnevalesche della valle.

Grandiose sono le sfilate del 1950, 1952, 1958, 1960 con non meno di 11 carri e numerosi gruppi a piedi, il tutto tra una marea di folla che assiste assiepata.

Altre date salienti sono il 1955, quando il Mugiun è invitato a sfilare al Carnevale di Torino, e il 1957, con l’apparizione in televisione durante lo spettacolo di intrattenimento della RAI Telematch.

Dal 1976 al 1988 si susseguono altri tre Mugiun, per brevi periodi di regno.

Nel corso della storia si è coniugato il rispetto delle tradizioni alle innovazioni, in un susseguirsi di elementi nuovi per una continua evoluzione. Così nel 1989 avviene un passaggio generazionale, con il nuovo Mugiun VII. Primo nella valle, crea nel 1994, il giro del paese, una passeggiata gastronomia tra le vie del borgo con cibarie offerte da privati e associazioni, musica e balli.

Fondamentale è il passo compiuto nel 1996, quando il Comitato inaugura la propria sede stabile nei locali ricavati da un ex lavatoio in rovina concesso dall’Amministrazione Comunale, un punto fisso di riferimento per i soci e i sostenitori.

Con il Mugiun VIII, il Carnevale amplia il suo raggio d’azione intervenendo nel sociale con la Raccolta fondi per le famiglie indigenti, il supporto alla ristrutturazione del tetto della chiesa di San Martino, la pulizia del Santuario di Sant’Euseo e la compartecipazione all’acquisto di un nuovo respiratore portatile donato all’ospedale di Borgosesia.

Nel 2012 è stato pubblicato il libro La seconda Mugiuneide. Storia documentata della nobile stirpe dei Mugiun Re dei Carnevali Serravallesi e ciclicamente si tengono nel teatro comunale narrazioni del passato del paese.

A partire dal 2018 il Comitato organizza un’annuale passeggiata in mountain-bike tra le colline.

I vestiti originali del Mugiun III e della Mugiuna con la loro corte, nonché gli strumenti musicali ed i costumi della Busca Matas, bandina folkloristica abbigliata con la stoffa delle lettiere, sono in esposizione permanente presso il museo don Florindo Piolo, via Torchio n.10, del paese

Privacy Preferences
When you visit our website, it may store information through your browser from specific services, usually in form of cookies. Here you can change your privacy preferences. Please note that blocking some types of cookies may impact your experience on our website and the services we offer.